Citas

"Sacrificarci nell’agricoltura, significa sconfiggere l'arma principale dei Yankee, o una delle armi principali, che ha usato contro la nostra rivoluzione, che è l'arma dell'imbargo economico, vale a dire, l'arma della fame."
Riferimento al testo originale: Chiusura del terzo Congresso nazionale dell'ANAP, presso l'Istituto tecnologico "Rubén Martínez Villena", il 18 maggio 1967.
“Grazie per venire a rafforzarci in questa difficile lotta che stiamo ingaggiando oggi per salvare le idee per cui hai tanto lottato, per salvare la Rivoluzione, la patria e le conquiste del socialismo, che è parte realizzata dei grandi sogni che hai nutrito! Per portare a termine questa enorme prodezza, per sconfiggere i piani dell’imperialismo contro Cuba, per resistere al blocco, per raggiungere la vittoria, contiamo su di te!”  
Riferimento al testo originale: Nella cerimonia centrale per il XXX Anniversario della caduta in combattimento del Guerrigliero Eroico e dei suoi compagni, e l’inumazione dei loro resti nel monumento della città di Santa Clara, 17 Ottobre 1997

"I governi degli Stati Uniti con il loro embargo, affliggendoci costantemente ed escludendoci da tutto, ci hanno dato la possibilità di lottare a pieno, felici addirittura di essere esclusi in cambio della libertà di poter parlare senza compromessi in qualunque tribuna del mondo dove vi sono tante cause giuste da difendere".

Riferimento al testo originale: Discorso pronunciato dal Fidel Castro, nell' Aula Magna dell' Università Centrale del Venezuela, il 3 febbraio 1999.

“Vi dirò, in primo luogo, che sia nella seconda metà di questo secolo che nella prima o in un’altra epoca della storia, nessun piccolo Paese del Terzo Mondo, sottomesso anche al blocco dalla potenza economica più ricca della Terra, perseguitato, attaccato in svariate forme, ha fatto per lo sport né ha raggiunto i successi che, in un brevissimo tempo, ha fatto e ha raggiunto Cuba”.

Riferimento al testo originale: Discorso pronunciato in occasione dell'incontro con i rappresentanti della delegazione sportiva che parteciparono ai Giochi Panamericani di Winnipeg, 13 agosto 1999

“La Legge di Aggiustamento Cubano è la fabbrica di morte che hanno creato e devono eliminarla, su questo non transigiamo; la nostra posizione è più decisa: Lotteremo finché non scomparirà non soltanto la Legge di Aggiustamento, ma anche la Legge Torricelli, la Helms-Burton, il blocco e tutte le cospirazioni contro il nostro paese, che sono durate più di 40 anni.”

Riferimento al testo originale: Dichiarazioni stampa durante la Chiusura del II Festival del Habano, 4 marzo 2000

"Quante vite sono andate perdute a causa della Legge di Aggiustamento Cubano durante i 33 anni che è stata in vigore! Vite di bambini innocenti, strappati dalle loro scuole e trascinati a tali pericoli da madri o padri irresponsabili, o forse ingannati da illusioni, o da vili campagne e canti di sirena generati dalla propaganda dei mass media del paese che d'altronde ci blocca e cerca di farci morire di fame e malattie".

Riferimento al testo originale: Discorso nella tribuna aperta della Gioventù e gli Studenti, in chiusura del 7o Congresso della Federazione delle Donne cubane, Palazzo dei Congressi, 8 marzo 2000

Cuba diventa sempre di più un paese non solo di grandi talenti artistici e intellettuali, bensì di pedagogisti, scienziati e di centinaia di migliaia di cittadini in grado di creare ricchezze con le loro coltivate intelligenze. Una prova di quanto si può fare malgrado il sottosviluppo ereditato e il più prolungato blocco economico e finanziario che abbia mai sofferto alcun popolo.

Riferimento al testo originale: Discorso pronunciato in manifestazione di protesta contro il blocco, le calunnie e contro le minacce del governo degli Stati Uniti contro Cuba, nella Piazza degli Olivi, Sancti Spiritus, il 25 maggio 2002