Cronologia +

25/06/1956

  • La stampa messicana continua a pubblicare sulla detenzione di Fidel e dei suoi compagni e parla sulla possibile deportazione a Cuba.
  • È chiamato a dichiarare quella notte davanti ai funzionari della Procura Generale della Repubblica. Afferma che è un dovere civico lottare contro la dittatura imperante nella sua Patria, considerando che, davanti alla mancanza totale di garanzie e chiuse le vie legali, l'unica strada da seguire è il suo rovesciamento per mezzo delle armi. Puntualizza che è stato sempre diligente sulle responsabilità internazionali del Messico.

25/06/1959

  • Visita Niquero. Parla al popolo riunito nel Parco del quartiere del carbone  Ojo de Agua. Transita per Manzanillo e Campechuela.   
  • Parte da Bayamo verso Santiago de Cuba.   
  • S’incontra col Comandante Calixto García, capo del Distretto Militare d’Oriente, ed altri dirigenti.

Articoli consigliati +

24/06/2007

Lo denunciai con largo anticipo il 5 agosto 2000, nella città di Pinar del Río, di fronte ad una folla di combattivi cittadini riunitesi per la tradizionale commemorazione del 26 Luglio, che quell’anno spettò per merito...

24/06/2010

Il fanatismo sportivo cresce incessantemente, attirando centinaia e forse migliaia di milioni di persone in tutto il pianeta.
Bisognerebbe domandarsi quanti, viceversa, hanno saputo che dal 20 giugno imbarcazioni militari nordamericane,...

Notizie +

23/06/2022

Una delegazione dell'Assemblea Nazionale Cubana guidata dal suo segretario, Homero Acosta, culmina oggi il suo programma di lavoro in Belgio, dove rafforza i legami con la Camera dei Rappresentanti locale e l'Unione Europea (UE).

23/06/2022

Il ministro cubano dell'Energia e delle Miniere (Minem), Liván Arronte, e il capo missione dell'Agenzia francese per lo sviluppo, Guillaume Graff, hanno firmato una lettera di intenti per la collaborazione nel settore energetico.

Discorsi consigliati +

29/06/1999

America Latina e i Caraibi siamo un insieme di paesi con immense risorse naturali e umane, che vogliamo unirci e svilupparci.
 

29/06/2002

Ventidue mesi fa, la situazione della scuola elementare della Capitale era disastrosa: una media di 37 allievi per ogni aula, 340 di esse con più di 40 allievi, non poche ne avevano 45 o di più. Le conoscenze degli allievi a...